Caro Babbo Natale,

è tempo di lettere e quest’anno ho deciso di scriverti dopo tanti anni che non lo facevo più. La prima cosa che vorrei chiederti è quella di sapere come hai trascorso in Lapponia questo 2020. Ti ho immaginato nella tua casa sperduta in mezzo al freddo ed alla neve, solo, con le tue renne fuori ad affrontare un anno veramente difficile per tutti. Si sta avvicinando il momento della festa del Natale e tu, sicuramente in mezzo a tante difficoltà, starai leggendo milioni di lettere giunte da ogni dove da tutti i bambini del mondo; lettere che conterranno anche quest’anno richieste di doni con le più fantasiose liste dei desideri di ogni bambino. Il tempo per le consegne puntuali per tutti per te quest’anno purtroppo sarà limitato da tante restrizioni di orari, ma so che ti stai adoperando per garantire un felice Natale per tutti. Io non sono un bambino, sono un adulto, forse ancora un po’ bambino, che crede fortemente in te e non ha mai smesso di crederci. Questa mia lettera non è per richiederti dei regali ma per esortarti a portare nelle nostre case un solo regalo in più. Quello più importante per tutti: la serenità. Ti prego di confezionare questo regalo con estrema cura,  nei minimi particolari come solo tu sai fare. Non servirà una confezione lussureggiante e brillante, ma piuttosto una più discreta ed efficace che contenga tutto quello che noi nel mondo in questo momento speriamo di avere nei nostri cuori. Riempi per favore il tuo sacco di tanta serenità e caricane tanta sulla tua slitta perché tu possa distribuirla ovunque nel mondo senza dimenticare nessuno. Le nostre case nella notte di Natale saranno quest’anno un po’ più vuote, ma con il regalo che ti ho chiesto per tutti si riempiranno sicuramente di più con la speranza di un futuro migliore fatto di salute, sogni, progetti, condivisione, empatia, gioia di vivere e di ogni altra cosa positiva che questo 2020 ci ha portato via dalle nostre menti e dalle nostre case. Anche se il tempo sarà limitato soffermati di più nelle case di tutti noi per essere sicuro che il regalo richiesto sia effettivamente consegnato e che ne possano beneficiare tutti.

Accendi le nostre case con i colori del Natale e la tua proverbiale allegria perché grandi e piccoli indistintamente possano vivere la magia di quel momento ed essere felici e spensierati con le loro famiglie, festeggiando in sobrietà, ma pur sempre festeggiando un momento che accomuna tante persone nel mondo. Sarà un Natale diverso, ma con la tua presenza sarà sempre Natale. Grazie di cuore Babbo Natale.

Con affetto e stima, Alessandro

6 Risposte
  1. Avatar
    Dario Pastorino

    Eh sì Natale è alle porte e quest’anno ha un sapore diverso. Molte famiglie avranno un posto vacante a tavola, ma non nel cuore. D’altronde la vita girava così anche prima… Semplicemente passava inosservata perché queste non erano le nostre guerre. La storia ci insegna che anche dalle cose terribili può nascere un risvolto positivo. Forse quello di riscoprire la capacità di apprezzare ciò che spesso diamo per scontato… Natale sarà diverso, è vero, ma sicuramente, mai come quest anno, pregno di amore e di vera speranza.
    Un Abbraccione Ale!

    1. Alessandro Lopez

      Grazie Davide per il tuo commento. È stato davvero un anno difficile e noi ci siamo confrontati e sentiti quotidianamente condividendo insieme molto giorni surreali che abbiamo vissuto con estrema difficoltà. Ti auguro di cuore di trascorrere delle buone e serene festività.

Lascia un commento